Un weekend necrofilo

Le storie d’amore finiscono male / C’è sempre qualcosa di troppo banale / Il lento distacco, le passioni spente / Rifarsi una vita con calma apparente / È psicologismo da fine del mese / È roba da vecchio romanzo viennese / Noi due siamo gente dai gusti più forti / Amiamo i B-movies, gli horror, gli zombie / Sì lo so / Non è possibile / Tornare indietro ma / Non vedi che anche andare avanti non si può / Anche i grandi amori forse muoiono / Ma non sai cosa darei / Per un weekend necrofilo con te / Come l’urlo di Tardelli / E il ristoro di Tondelli / Noi due soli senza scampo / Per due giorni in una stanza / Stufi di ricominciare / In fondo abbiamo visto già abbastanza / Sarà una domenica sperimentale / Un sabato sera controfattuale / Frammenti di ipotesi lasciate aperte / La nostra privata verifica incerta / Come dentro un qualche film di genere / In cui per lui e lei / C’è sempre almeno un’altra possibilità / Vèstiti come tre anni fa / Metti il tuo nero décolleté / Per un weekend necrofilo con me / Come l’urlo di Tardelli / E il ristoro di Tondelli / Noi due soli senza scampo / Per due giorni in una stanza / Per girare il nostro sequel / Per riprenderci del tempo / Per riaprire quella porta / Per non dover vivere davvero

musica: Humpty Dumpty
testo: Renato Q.
https://www.sugarsync.com/pf/D799803_3_6152645543

One Response to “Un weekend necrofilo”

  1. sidvitus Says:

    la più bella canzone (d’amore ?) sentita in Italia da almeno 10 anni.
    Grandi, sia Humpty che Renato

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: